Stitichezza nei neonati

 

stitichezza-neonato

Stitichezza nei neonati: cause, sintomi, cure

La stitichezza nei neonati è un problema purtroppo molto frequente e moltissime mamme si trovano ad avere a che fare con questa problematica che può diventare anche piuttosto preoccupante sotto il profilo psicologico: in alcuni casi il problema della stitichezza è il primo che affronta la mamma e quindi ci si trova completamente impreparati ad affrontarlo e spesso ci si sente in colpa per la difficoltà del piccolo che piange e si lamenta del problema.

 

 

La stitichezza nei neonati è più frequente di quanto possiate immaginare e, sebbene non sia un problema da sottovalutare, non dovete assolutamente preoccuparvene.
Si parla di stipsi nei neonati nel caso in cui non vadano di Corpo da 48 ore e se il bambino espelle delle feci molto dure e in quantitativo illimitato, soprattutto se piange mentre le espelle.
In realtà non è una vera e propria stitichezza quella nei bambini, si tratta di dischezia, ovvero una difficoltà del bambino nel sincronizzare i movimenti dello sfintere con la spinta. Questo problema si risolve nell'arco di pochi mesi da solo.
Nel frattempo la mamma può stimolare l'evacuazione con la stimolazione tattile o del piccolo termometro rettale, aiutando il bambino nell'espulsione delle feci.

 

 

Il problema della dischezia è un problema che non colpisce i bambini allattati al seno: in questo caso, infatti, il bambino evacua dopo ogni poppata, quindi anche sei o sette volte al dì. Se non allattate naturalmente il bambino però non disperate: infatti vi basterà parlarne col vostro medico che vi consiglierà alcuni tipi di latte particolari che hanno un vero e proprio effetto fibre perfetto per il bambino che lo aiuterà nella evacuazione.
In alcuni casi la stipsi può essere dovuta anche al passaggio dal latte alle pappe solide, ovvero nel periodo dello svezzamento: la stitichezza in quel caso è la risposta dell'organismo a un cibo completamente nuovo. Sarà sufficiente far abituare il piccolo alla novità per non avere più casi di stitichezza. Se dovesse perdurare, naturalmente il consiglio è di cambiare pappa e di comunicarlo al medico.