Stitichezza in gravidanza e allattamento

 

stitichezza gravidanza allattamento

La stitichezza in gravidanza e durante l’allattamento è un problema veramente frequente. Circa l’80 per cento delle donne, infatti, che siano in stato interessante o che abbiano partorito da poco ne soffre, ma sapere che è una patologia comune sicuramente non ne diminuisce il fastidio (in alcuni casi il dolore).
Convivere con questo problema vuol dire convivere con dolori di pancia, fatica ad espellere le feci, flatulenza male odorante. La cosa grave di questa problematica è che spesso i dolori alla pancia vengono confusi con delle contrazioni, cosa che crea nella donna che ne soffre degli stati di ansia perenni.

 

 

Qual'è la causa della stitichezza in gravidanza e allattamento?

La stitichezza nelle donne incinte ha causa principalmente ormonale, in particolar modo nel progesterone. Infatti questo tipo di ormoni provoca il rallentamento della peristalsi intestinale riducendo i movimenti che favoriscono l’evacuazione delle feci dall’intestino.

 

Come prevenire la stitichezza in gravidanza o allattamento?

La stitichezza è facilmente prevenibile con una corretta alimentazione e uno stile di vita sano: nulla di nuovo, insomma. Un’alimentazione ricca di fibre, verdura e acqua, aiuta nell’evacuazione.

 

 

Una corretta alimentazione, però non è sufficiente: è necessario non condurre uno stile di vita sedentario. Essere incinta o nella fase dell’allattamento non vuol dire non essere in grado di fare un po’ di attività fisica! Non mi riferisco naturalmente a sport di contatto o pericolosi: è sufficiente fare un po’ di nuoto, delle passeggiate a passo leggero, iscriversi a uno dei numerosi corsi che si occupano in particolar modo di donne in dolce attesa di ginnastica dolce.
L’acqua da bere in grandi quantità è fondamentale per favorire il transito intestinale: cerca di non bere mai sotto i due litri, portala sempre con te magari in bottigliette da mezzo litro.
In sostituzione dell’acqua, possono essere bevute anche delle ottime tisane, basta chiedere all’erborista di fiducia di prepararne una apposita per il tuo stato interessante.
Seguendo questi consigli in poco tempo riuscirai a trovare una miglior regolarità, anche se la situazione migliorerà definitivamente solo dopo un anno circa dal parto.